Monti: pronto a premiership con chi sostiene mia agenda

domenica 23 dicembre 2012 16:28
 

di Francesca Piscioneri e Valentina Consiglio

ROMA (Reuters) - Mario Monti è disponibile ad assumere la candidatura a premier con quelle forze che sottoscriveranno la sua agenda, ma dichiara di non volersi schierare con nessuno perché il suo programma è 'erga omnes'.

Il premier uscente è consapevole che si tratta di una operazione passibile di insuccesso alle urne in primavera, e che potrebbe allontanarlo dal Colle, ma è pronto a rischiare per il futuro dell'Italia.

Parlando alla conferenza stampa di fine anno, che segna anche la fine della legislatura, Monti ha riservato parole di ringraziamento per il capo dello Stato, mentre dure sono state le critiche al suo predecessore Silvio Berlusconi.

"Non sarò candidato in un collegio, anche perché sono senatore a vita", ha detto il Professore rispondendo ai giornalisti. "Se una o più forze politiche credibili volessero candidarmi, valuterei la cosa".

Parlando dopo la conferenza stampa alla trasmissione di Lucia Annunziata su Rai3, il capo del governo dimissionario ha chiarito meglio il senso della sua scelta: "Credo che un'operazione di riflessione collettiva di questo tipo comporti rischi e alta probabilità di insuccesso, ma possa fare un po' di più la differenza per le cose italiane che occupare o non occupare questa o quella alta carica dello Stato".

Monti si è mostrato tiepido su una sua possibile salita al Colle - "Questi sono tempi che probabilmente non si verificherannno mai", ha detto in conferenza stampa - facendo capire di aver condiviso con Giorgio Napolitano la decisione annunciata oggi.

Priorità dell'agenda Monti intitolata "Cambiare l'Italia, riformare l'Europa" sono: il mercato del lavoro che ha bisogno di una ulteriore "semplificazione", la giustizia per la quale servono leggi "ad nationem e non ad personam". Ma soprattutto la crescita e l'Europa "per evitare illusionistici e pericolosissimi passi indietro". Spazio anche alle donne e all'ambiente.

MONTI: RISATE EUROPEE SU MIA PRESUNTA SUDDITANZA A MERKEL   Continua...

 
Il premier uscente Mario Monti. REUTERS/Alessandro Bianchi