December 22, 2012 / 4:23 PM / 5 years ago

Napolitano scioglie le Camere, Monti non scioglie i dubbi

4 IN. DI LETTURA

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano consulta documenti nel suo ufficio al Quirinale.Paolo Giandotti/Italian Presidency Press Office/Handout

ROMA (Reuters) - Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha firmato oggi il decreto di scioglimento delle Camere che mette fine alla XVI legislatura dopo le dimissioni del premier Mario Monti, sulle cui intenzioni filtrano ancora e solo congetture.

Dopo circa un'ora e mezza il consiglio dei ministri ha approvato il provvedimento che fissa le elezioni il 24 e 25 febbraio prossimo e la prima riunione delle nuove Camera il 15 marzo.

"Non esisteva alcuno spazio per sviluppi in sede parlamentare della crisi", ha detto Napolitano ai giornalisti, dopo avere ascoltato al Quirinale i rappresentanti dei partiti e i presidenti delle due Camere e firmato quindi il decreto.

La strada delle elezioni "era segnata dalle dimissioni irrevocabili di Monti".

Il capo dello Stato ha auspicato che la campagna elettorale avvenga nel segno della "massima misura".

Il Pdl ha già insinuato un elemento di polemica contro il possibile coinvolgimento di Monti alla testa dei partiti centristi.

Fabrizio Cicchitto, capogruppo alla Camera del Pdl, ha detto uscendo dall'ufficio del presidente che Monti dovrebbe mantenere in campagna elettorale "la sua connotazione al di fuori delle parti", proprio perché è stato nominato 13 mesi fa a capo di un governo tecnico.

Più tardi quando un giornalista ha rilanciato questa dichiarazione a Napolitano, il presidente ha replicato in tono un po' brusco, prima di congedarsi: "Ho preso nota di quelle preoccupazioni e le trasmetterò al presidente del Consiglio".

Il Pd dal canto suo ha ringraziato Monti per il lavoro svolto, ma ha fretta di voltare pagina.

"Ci presentiamo alle elezioni consapevoli che l'Italia merita politiche progressiste e riformiste che rispondano a un principio molto semplice; chi ha di più deve mettere di più, chi ha di meno deve mettere di meno", ha detto Dario Franceschini, capogruppo del Pd a Montecitorio, al termine del suo colloquio con Napolitano.

E Monti? "Sta Ancora Riflettendo"

Il vero nodo da sciogliere ora riguarda quel che farà Monti dopo un anno "difficile ma affascinante" alla guida del governo: appoggerà apertamente il centro rappresentato da Pierferdinando Casini, Luca Cordero di Montezemolo, Gianfranco Fini e il ministro della Cooperazione Andrea Riccardi, consentendo loro di indicarlo come candidato premier agli elettori, oppure si limiterà a firmare un programma politico, affidandolo al buon uso dei partiti che vorranno servirsene?

Ancora oggi, alla vigilia della sua conferenza stampa di fine anno che potrebbe fare un po' di chiarezza, Monti sta riflettendo sul da farsi, dicono diverse fonti.

Il premier dimissionario deve tener conto dei sondaggi secondo cui un gruppo centrista da lui guidato arriverebbe solo terzo nella migliore delle ipotesi, mentre il vincitore sarebbe il Partito democratico (Pd).

"Il risultato delle elezioni potrebbe non essere così favorevole e la domanda è quali sarebbero le implicazioni per la sua credibilità e la sua agenda di riforme", ha detto a Reuters una persona vicina al premier, che guarda con un certo sfavore alla sua discesa in campo.

Una seconda fonte al corrente della discussione che Monti ha avuto con i potenziali alleati centristi sostiene che la decisione non c'è ancora.

"La questione è aperta. Monti sta vagliando tutte le possibilità. Il fatto è che senza di lui il progetto centristra non ha molto senso", ha detto.

Questa fonte sostiene che il professore "ha sospeso i contatti diretti con i potenziali alleati e sta riflettendo da solo".

Diminuiscono inoltre le chance che domani il premier dimissionario giri le sue carte di fronte ai giornalisti.

Alla tradizionale conferenza stampa di fine anno sarebbe orientato a presentare solo un memorandum politico, riservandosi di comunicare la sua decisione dopo Natale, ha detto la seconda fonte.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below