Marò, in Italia Latorre e Girone: "governo non ci ha mai mollato"

sabato 22 dicembre 2012 18:37
 

ROMA (Reuters) - E' atterrato una decina di minuti prima delle 13 a Ciampino l'aereo speciale del ministero della Difesa con a bordo Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due marò trattenuti in India dallo scorso 15 febbraio.

I due fucilieri di Marina trascorreranno le feste di Natale in Italia, ma dovranno tornare entro il 10 gennaio in India, dove la Suprema corte deciderà in quale dei due paesi dovranno essere processati per aver ucciso due pescatori, scambiati per pirati, nelle acque antistanti lo stato indiano del Kerala.

Esiste tuttavia la possibilità, su cui punta la Farnesina, che la Corte si pronunci prima del 10 gennaio favorevolmente all'Italia, rendendo quindi inutile il ritorno dei due in India.

"Finalmente respiriamo aria di casa. Dobbiamo ringraziare le istituzioni che hanno permesso tutto ciò", ha detto visibilmente emozionato Latorre, appena sceso dall'aereo. "Sono passati 10 lunghi mesi e non ci aspettavamo di tornare per Natale. Questo è stato possibile per il grande lavoro che dall'inizio è stato svolto dal governo e dalle istituzioni".

Ringraziamenti sono arrivati anche da parte di Girone, che ha ricordato di aver "sempre avuto fiducia" nelle istituzioni italiane e indiane.

"Ringraziamo il governo che sempre ci è stato vicino e non ci ha mai mollato, e questo è il risultato", ha aggiunto.

Appena atterrati, i due hanno ricevuto una telefonata dal premier Mario Monti, che ha "ribadito l'impegno del governo per una definitiva soluzione del caso", come spiega una nota di Palazzo Chigi.

Nel pomeriggio, prima di tornare nelle rispettive città in Puglia, Latorre e Girone sono saliti al Quirinale per un saluto al capo dello Stato.

I due marò - accolti a Ciampino dal ministro degli Esteri Giulio Terzi e da quello della Difesa Giampaolo Di Paola - sono liberi su cauzione, ma finora non era stato consentito loro di lasciare il paese. Prima della loro partenza hanno dovuto versare a garanzia 60 milioni di rupie (circa 830mila euro).   Continua...

 
Salvatore Girone e Massimiliano Latorre al loro arrivo a Ciampino. REUTERS/Alessandro Bianchi