Sallusti, Napolitano commuta carcere in pena pecuniaria

venerdì 21 dicembre 2012 18:14
 

ROMA (Reuters) - Il presidente della Repubblica ha firmato il decreto con cui rimette in libertà il direttore del Giornale Alessandro Sallusti, commutando la condanna a 14 mesi di reclusione per diffamazione in sanzione pecuniaria.

Lo rende noto un comunicato del Quirinale.

Nei giorni scorsi, il deputato Ignazio La Russa aveva presentato richiesta di grazia.

A favore del provvedimento si era espressa il ministro della Giustizia Paola Severio, mentre la procura generale di Milano oggi ha dato parere contrario.

Sallusti stava scontando ai domiciliari, pur se non richiesti, una condanna a 14 mesi di carcere per diffamazione. Ora la pena ancora da espiare è stata trasformata in una pecuniaria di 15.532 euro.

"Ringrazio Napolitano. Accetto la grazia, precedente. Deve valere per tutti i giornalisti, chiara indicazione a magistratura e politica", ha commentato il giornalista a caldo su twitter.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia