Sanità, ministero: - 5,6 mld nel 2013, -8 mld nel 2014

mercoledì 19 dicembre 2012 15:23
 

ROMA (Reuters) - Per effetto dei due decreti del 2011 e del 2012 e della legge di Stabilità all'esame del Parlamento, il finanziamento al sistema sanitario calerà complessivamente di 5,6 miliardi di euro nel 2013 e di 8 miliardi nel 2014.

Lo ha detto oggi il direttore del Dipartimento Salute Filippo Palumbo, presentando col ministro Renato Balduzzi un dossier sulla spesa sanitaria.

"Dal 2014 dovremmo farcela con 8 miliardi in meno", di cui 2 però recuperabili coi ticket, ha detto Palumbo.

Balduzzi ha definito però "insostenibile" l'ipotesi di introdurre ticket aggiuntivi per altri 2 miliardi dal primo gennaio 2014 "sia per i cittadini che per il sistema", perché aumenterebbe probabilmente il ricorso a prestazioni sul mercato privato non in convenzione.

Il ministro ha anche detto che eventuali sistemi di ticket basati su reddito e patrimonio necessitano di strumenti adatti per impedire che a beneficiarne siano poi gli evasori fiscali.

Balduzzi ha ammesso che "non è detto che il riequilibrio economico-finanziario significhi anche qualità del servizio".

Ma secondo il ministro i tagli attuali non comprometteranno "la sostenibilità del sistema, a condizione che le Regioni utilizzino gli strumenti previsti dalle normative e si lavori insieme".

Nel 2011 la spesa sanitaria italiana è stata di 112,9 miliardi di euro, con un finanziamento a carico dello Stato di 106,9 miliardi, dice il ministero. Il 6,8% del Pil.

Balduzzi non ha però escluso altri interventi di riduzione nei prossimi due anni, anche se ha detto che l'andamento della curva di spesa negli ultimi anni consente ottimismo.   Continua...

 
Un tecnico al lavoro in un laboratorio medico. REUTERS Pictures