Napolitano apre ad elezioni il 24 febbraio

mercoledì 19 dicembre 2012 19:59
 

ROMA (Reuters) - Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è orientato a fissare le elezioni per il 24 febbraio, come ha caldeggiato per ragioni organizzative il ministro dell'Interno Anna Maria Cancellieri, accogliendo sostanzialmente la richiesta del Pdl che chiedeva lo slittamento della data verso la fine di febbraio.

L'intesa potrebbe accelerare l'iter di approvazione della legge di Stabilità in Parlamento a cui il premier Mario Monti aveva subordinato le sue dimissioni anticipate e il pubblico annuncio sulle sue intenzioni future.

Secondo fonti parlamentari la legge potrebbe essere votata domani con fiducia dal Senato per essere accolta e votata dalla Camera tra venerdì e sabato mattina. A quel punto, superato l'ultimo ostacolo, Monti salirebbe al Quirinale sabato stesso per conferire con Napolitano e domenica terrebbe l'attesa conferenza stampa sulle sue intenzioni politiche.

Il ministro della Cooperazione Andrea Riccardi ha detto che Monti potrebbe parlare tra sabato e domenica.

Il chiarimento ha preso in serata la forma, ormai consueta, della nota del Quirinale, in cui si legge che il presidente della Repubblica, a cui spetta lo scioglimento delle Camere, "ha preso atto" che il Viminale suggerisce il 24 febbraio come la data "più idonea" per tenere le elezioni, in quanto darebbe il tempo necessario per preparare i seggi nei collegi esteri.

Il Pdl, che freneva per ragioni organizzative interne sull'ipotesi del 17 febbraio, rallentando i lavori della legge di Stabilità al Senato, ha accolto il compromesso e per bocca del segretario Angelino Alfano ha detto che "il 24 febbraio è la data più giusta per celebrare senza troppa fretta le elezioni".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. REUTERS/Srdjan Zivulovic