Elezioni, Bersani: con Monti "colloquio cordialissimo"

martedì 18 dicembre 2012 13:45
 

ROMA (Reuters) - Il segretario del Pd Pier Luigi Bersani ha smentito oggi indiscrezioni di stampa su attriti con Mario Monti per l'eventuale discesa in campo dell'attuale premier, affermando che quello di ieri tra i due è stato un "colloquio cordialissimo".

"Assolutamente no", ha risposto il leader democratico a chi gli chiedeva se i rapporti con Monti fossero cambiati e ci fossero state tensioni nell'incontro di ieri a Palazzo Chigi

"E' stato un colloquio cordialissimo, ci siamo fatti gli auguri, ce li faremo ancora", ha detto Bersani, prima di incontrare gli ambasciatori in Italia dei paesi del Sud-est asiatico.

Nei giorni scorsi il capo del Pd, candidato premier del centrosinistra - oggi nettamente in testa nei sondaggi elettorali - ha bocciato l'ipotesi di un impegno elettorale di Monti. Per il Pd, una tale ipotesi farebbe venire meno il ruolo di garanzia che il premier ha avuto finora e potrebbe avere in futuro.

Monti ha detto che scioglierà le riserve nei prossimi giorni. Intanto, si avvicina lo scioglimento del Parlamento, e lo stesso governo giudica probabile un voto a metà febbraio.

Bersani ha scherzato su una dichiarazione del segretario del Pdl Angelino Alfano, secondo cui ieri, nel suo, discorso alle alte cariche dello Stato per le festività di fine anno, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano avrebbe di fatto dato un "preincarico" di governo al leader Pd.[ID:nL5E8NHEL2]

"Alfano ama le battute, è allegro", ha detto Bersani.

Ieri Napolitano, in attesa di conoscere da Monti se e come intenda prendere parte alle prossime elezioni politiche, ha confermato che sarà lui a dare l'incarico al prossimo capo del governo dopo le elezioni e che si tratterà di un esecutivo politico nato sulla base del consenso raccolto.

Domani, intanto, Bersani - impegnato in un tour da candidato premier - sarà a Bruxelles per incontrare il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy, il presidente della Commissione Ue, José Manuel Barroso e il presidente dell'Eurogruppo, Jean-Claude Juncker.

(Massimiliano Di Giorgio)

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il presidente del Consiglio Mario Monti e il leader del Pd Pierluigi Bersani conversano alla Camera. REUTERS/Tony Gentile