Roma, molotov a filiale banca dentro Cassazione, fermata impiegata

martedì 11 dicembre 2012 19:54
 

ROMA (Reuters) - Una dipendente di un istituto bancario è stata fermata dopo aver confessato di essere stata lei a lasciare una bottiglia molotov con la miccia accesa all'interno del palazzo della Corte di Cassazione.

Lo ha riferito l'ufficio stampa della Questura capitolina.

"La donna ha 60 anni e ha confessato, sono in corso perquisizioni", ha detto un funzionario.

L'episodio è avvenuto intorno alle 9,30. La bottiglia piena di alcol, con una miccia accesa, si trovava di fronte all'ingresso della filiale della Unicredit sito all'interno del "Palazzaccio", come è chiamata a Roma la sede della Corte Suprema, a piano terra.

Un dipendente ha visto la bottiglia sul suolo, ha spento la miccia, ha portato l'ordigno in un bagno e ha chiamato la polizia, aveva riferito in precedenza un altro funzionario della Questura.

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Una immagine del frontale della Corte di Cassazione a Roma. REUTERS/Alessandro Bianchi (ITALY - Tags: CRIME LAW POLITICS)