Enrico Letta: legge Stabilità e voto a metà febbraio

sabato 8 dicembre 2012 22:53
 

ROMA (Reuters) - L'Italia deve approvare la legge di Stabilità a tambur battente e poi andare al voto a metà febbraio per ridurre al minimo l'incertezza politica e quindi il nervosismo dei mercati.

E' quanto dichiara Enrico Letta, vice presidente del Partito democratico, a pochi minuti dalla notizia che Mario Monti ha deciso di dimettersi subito dopo il via libera alla Finanziaria.

"Serve una procedura di emergenza per la legge di Stabilità e poi occorre andare al voto che a questo punto sarà a metà febbraio", ha detto Letta in una intervista tv.

"(Quella di Monti) è una decisione ineccepibile, conseguenza dell'atteggiamento del Pdl da tutti definito irresponsabile. A questo atteggiamento Monti ha risposto rendendo evidente agli italiani di chi è la responsabilità di ciò che sta accadendo".

Letta ha aggiunto di temere che "lunedì mattina il giudizio dei mercati su questa ennesima incursione di Berlusconi non sarà sicuramente un giudizio positivo".

(Giselda Vagnoni) Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Enrico Letta, vice presidente del Partito democratico. REUTERS/Dario Pignatelli (ITALY)