Voto, per sondagi Pd continua trend crescita dopo primarie

venerdì 7 dicembre 2012 14:58
 

ROMA (Reuters) - Il Pd è il primo partito italiano con un gradimento in crescita dopo le primarie, secondo due diversi sondaggi che lo quotano in una forchetta tra il 30 e il 38%.

Il Pdl di Silvio Berlusconi è ai minimi storici, mentre il Movimento 5 Stelle oscilla tra il secondo e il terzo posto.

Basso grado di fiducia degli italiani nel presidente del Consiglio Mario Monti che, secondo la rilevazione Swg, scende questa settimana al 33%, in flessione di 3 punti rispetto alla rilevazione precedente ai minimi dall'insediamento a Palazzo Chigi un anno fa quando il gradimento era del 71%.

Per Demos-Repubblica il gradimento di Monti è al 47,3%. Meglio di lui fa Pier Luigi Bersani, segretario del Pd, al 50,1% ma ancora meglio Matteo Renzi che è primo con il 61,9%.

"È un risultato su cui pesa una maggior 'politicità' del governo", ha commentato il presidente Swg, Roberto Weber, secondo il quale la fiducia nell'intero esecutivo è più bassa di almeno 8 punti, quindi intorno al 25%.

Il gradimento di Monti è sceso per Swg dal 71% di novembre 2011 al 47% di aprile 2012 per poi toccare il 34% in luglio. In lieve risalita al 37% in ottobre, e poi al 36% il 30 novembre 2012.

Per quanto riguarda i partiti, il Pd Del dopo primarie si conferma la prima formazione con il 30,3% (+0,3%) per Swg, a fronte del 37,8% per Demos, in crescita di ben dieci punti da settembre.

Nella settimana delle 'parlamentarie', il Movimento 5 Stelle guadagna lo 0,2% al 19,7% ed è il secondo partito per Swg mentre per Demos è terzo, in crescita di mezzo punto.

Il Pdl perde mezzo punto e scende sotto il 14% (13,8%, risultato peggiore di sempre) con il 73% degli intervistati contrario a un ritorno di Silvio Berlusconi come candidato premier. Per Demos il partito di Berlusconi resta invece la seconda forza politica, pur in calo, con il 18,2% dei consensi.   Continua...