Btp soffrono su Bund, spread fino a 330 pb su brividi politica

giovedì 6 dicembre 2012 13:44
 

MILANO (Reuters) - Esercita una naturale ricaduta negativa sui mercati, Btp in testa, il fantasma dell'apertura di una crisi di governo dopo il 'tormentato' sì del Senato al decreto sviluppo, alla cui fiducia il Pdl ha deciso di astenersi.

Rispetto ai 311 punti base in avvio e ai 312 della chiusura di ieri il premio di rendimento del Btp decennale rispetto alla controparte tedesca è indicato su piattaforma TradeWeb intorno a 330 centesimi, sui massimi da mercoledì scorso.

"Si vede anche sulla borsa ma soprattutto sui Btp: c'è sicuramente grande nervosismo... considerando il rally delle ultime settimane è l'occasione migliore per vendere Italia" commenta un trader.

Dopo che nella tarda serata di ieri Silvio Berlusconi ha riaperto la porta ad una sua candidatura come premier del centrodestra alle elezioni politiche di primavera, criticando aspramente le politiche di rigore dei tecnici che avrebbero portato l'Italia "sul baratro", è indubbiamente cresciuta la tensione tra il Pdl e l'esecutivo di Mario Monti.

Annunciata da Maurizio Gasparri, la decisione del Pdl di non partecipare al voto dopo che il ministro per lo Sviluppo economico Corrado Passera stamattina ha criticato l'ipotesi che Silvio Berlusconi si candidi alle politiche del prossimo anno.

Con 127 voti favorevoli e 17 contrari, l'aula del Senato ha votato la fiducia chiesta dal governo sul decreto sviluppo, che ora passa alla Camera in seconda lettura. Dei 169 senatori presenti su 315, hanno votato in 167 e si sono astenuti in 23.

A far crollare il numero dei presenti sono state le assenze tra i banchi del Pdl, che ha annunciato si comporterà in modo analogo alla Camera.

 
Un trader a lavoro. REUTERS/Andrea Comas