Egitto, lanci di pietre al Cairo, Morsi parla oggi a nazione

giovedì 6 dicembre 2012 11:41
 

IL CAIRO (Reuters) - Ancora lanci di pietre oggi tra i sostenitori e gli oppositori del presidente egiziano Mohamed Morsi fuori del palazzo presidenziale, come riferisce testimone Reuters, mentre il presidente oggi parlerà alla nazione.

I soldati hanno invitato alla calma entrambe le fazioni, favorendo un ritorno alla tranquillità della situazione. Negli scontri fuori del palazzo - scoppiati ieri e proseguiti fino all'alba - secondo i dati del ministero della Salute sono rimaste uccise almeno cinque persone e ferite 350.

Intanto carri armati e mezzi blindati per il trasporto dei soldati stanno stazionando fuori dal palazzo in quella che l'agenzia di stampa di Stato ha definito una misura per la sicurezza dell'edificio.

"Siamo qui per sostenere il presidente Morsi e le sue decisioni. E' lui il presidente eletto dell'Egitto", ha detto Emad Abou Salem, 40 anni, sostenitore del presidente.

Gli episodi di violenza sono lo specchio della peggior crisi da quando Morsi è entrato in carica dopo la rivolta popolare che ha rovesciato il regime dell'ex presidente Hosni Mubarak nel febbraio 2011.

L'esercito ha giocato un ruolo fondamentale nella destituzione di Mubarak mentre non è sceso in campo finora in quest'ultima crisi. - Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Sostenitori del presidente egiziano Mohamed Mursi manifestano nei pressi del palazzo presidenziale al Cairo. REUTERS/Amr Abdallah Dalsh