Status Onu Palestina, dopo Francia ok altri Paesi Ue, no Germania

mercoledì 28 novembre 2012 18:29
 

GINEVRA/RAMALLAH, Cisgiordania - Altri Stati europei si sono aggiunti alla Francia nell'esprimere sostegno al riconoscimento anche parziale dello Stato palestinese, mentre la Gran Bretagna ha frenato sostenendo di voler altre garanzie che i palestinesi non portino Israele davanti alla Corte penale internazionale.

Contraria al riconoscimento dello status di Paese membro ossevatore delle Nazioni Unite si è detta la Germania, schierandosi al fianco di Israele e Stati Uniti secondo cui l'unica via per la creazione dello Stato passa da un accordo di pace frutto di diretti colloqui con Israele.

Un riconscimento, anche parziale, consentirebbe ai territori palestinesi di aver accesso alla Corte e ad altri organismi internazionali.

Con il sostegno dei Paesi del mondo sviluppato, i palestinesi sembrano certi di ottenere domani il via libera dei 193 membri dell'Assemblea generale Onu per il nuovo passaggio diplomatico a "Stato osservatore".

Svizzera, Danimarca, Austria e Spagna hanno detto che voteranno a favore. La Francia ha dato il suo sostegno ieri mentre la Gran Bretagna ha detto che non si opporrà alla decisione ma ha bisogno di più garanzie per offrire il proprio sostegno.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia