Siria, raid aereo contro frantoio, decine tra morti e feriti

martedì 27 novembre 2012 13:40
 

BEIRUT (Reuters) - In Siria un attacco aereo condotto dalle forze governative ha lasciato decine di morti e feriti che si trovavano in un frantoio nei pressi della città di Idlib, nel nord del Paese, riferiscono alcuni attivisti.

Tareq Abdelhaq, un attivista, ha detto che almeno 20 persone sono rimaste uccise e altre 50 ferite nell'attacco, citando come fonte abitanti della zona in cui sorgeva il frantoio Abu Hilal, a 2 km da Idlib.

L'Osservatorio siriano per i diritti umani per il momento ha confermato solo la morte di cinque persone.

Le province nordoccidentali della Siria, tra cui Idlib, sono state oggetto di pesanti raid aerei da parte delle forze governative contro i ribelli che da 20 mesi stanno cercando di abbattere il regime del presidente Bashar al-Assad.

Per gli attivisti non è chiaro se nell'area ci fosse un obiettivo dei ribelli né se le vittime fossero civili. Secondo la loro ricostruzione un jet ha lanciato due bombe che hanno colpito il frantoio, e che i ribelli hanno fornito cure mediche e hanno contribuito a evacuare le vittime.

(Erika Solomon)

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia