Primarie, Bersani stacca Renzi di 10 punti, ma è ballottaggio

lunedì 26 novembre 2012 18:54
 

ROMA (Reuters) - Come i sondaggi segnalavano da tempo, per le primarie del centrosinistra scatta il ballottaggio tra il segretario del Pd Pier Luigi Bersani e il sindaco di Firenze Matteo Renzi, dopo che nessuno dei cinque candidati è riuscito nel voto di ieri ad assicurarsi la maggioranza assoluta.

Secondo i dati "ufficiosi" del sito web delle primarie, gli elettori sono stati 3,1 milioni e Bersani stacca Renzi di quasi 10 punti percentuali: 44,9% a 35,5%. Un dato che però è ridimensionato dallo staff del sindaco, secondo cui la differenza sarebbe di circa il 5%.

Nichi Vendola, presidente della Puglia e leader del partito di sinistra Sel, è accreditato del 15,6%. Laura Puppato, capogruppo regionale del Pd in Veneto, del 2,6%. Bruno Tabacci, assessore comunale a Milano in una giunta di centrosinistra, dell'1,4%.

COME NEL 2009, UN MILIONE IN MENO DEL 2005

Complessivamente, alle primarie hanno votato oltre 3,1 milioni di persone. Circa un milione in meno del 2005, quando il centrosinistra consacrò Romano Prodi candidato premier. Poco meno del 2007 quando le primarie indicarono Walter Veltroni come candidato da opporre a Silvio Berlusconi e lo stesso numero del 2009 quando le primarie del Pd indicarono Bersani come segretario contro Dario Franceschini. Ma comunque un risultato importante, in una stagione politica in cui ai sondaggi metà degli elettori dicono che non voteranno alle elezioni del 2013 o che non hanno ancora deciso, e con il movimento "antipolitica" di Beppe Grillo valutato seconda lista dopo il Pd.

Il voto di ballottaggio è fissato per domenica prossima 2 dicembre. Mercoledì 28 novembre, invece, si terrà un confronto in diretta tv tra i due candidati, per due ore in prima serata su Rai Uno A a partire dalle 21,10, condotto da Monica Maggioni, ha annunciato la Rai in una nota, una giornalista di cui in questi giorni si è parlato come di possibile nuovo direttore del Tg1.

Gli staff di Bersani e Renzi hanno discusso tutto il pomeriggio con la Rai delle regole della trasmissione e del nome del conduttore, hanno riferito fonti politiche e aziendali.

Secondo un sondaggio telefonico realizzato dall'Istituto Piepoli durante il primo turno delle primarie, al ballottaggio Bersani batterà Renzi con il 59% dei voti contro il 41%.

Ma molto dipenderà dalle decisioni degli altri candidati, da quanti elettori del primo turno torneranno alle urne e anche di quanti nuovi votanti si iscriveranno domenica prossima.   Continua...

 
Roma 2 maggio, 2012. REUTERS/Tony Gentile