Btp tengono su Bund, spread in area 340 pb tra volumi sottili

giovedì 22 novembre 2012 14:50
 

MILANO (Reuters) - Secondario italiano ben sostenuto e differenziale su Germania intorno a 340 punti base, sui valori della chiusura precedente, tra volumi finora sotto la media che non sembrano destinati ad aumentare nel pomeriggio a mercati Usa chiusi per il giorno del Ringraziamento.

Dal lato del primario decisamente positiva l'accoglienza della nuova offerta spagnola, 3,88 miliardi di euro a scadenza 2015, 2017 e 2021 raccolti senza fatica a rendimenti in calo.

Come ormai avviene quasi regolarmente, Madrid è riuscita a mettersi in tasca un importo lievemente superiore all'intento dichiarato - fino a 3,5 miliardi - dopo aver perfezionato prima del previsto l'intera raccolta 2012.

"Un risultato d'asta assolutamente positivo, a maggior ragione tenendo presente che la situazione sul fronte europeo è sostanzialmente immutata e ancora non si ha idea se la Spagna intenda chiedere lo scudo anti-spread messo a disposizione dalla Bce" commenta l'operatore di una banca italiana.

"Una buona performance della Spagna giova naturalmente anche ai Btp, consentendo allo spread sul decennale tedesco di guadagnare una manciata di centesimi... non credo però ci si discosterà troppo da questi livelli di rendimento che a livello assoluto restano ancora penalizzanti" aggiunge.

Sul fronte macro bene ai periferici fanno i numeri cinesi sul settore manifatturiero di novembre, con l'indagine Pmi a cura di Hsbc al record degli ultimi 13 mesi, mentre sicuramente meno incoraggianti sono quelli analoghi dalla zona euro.

La lettura preliminare dell'indice di novembre parla infatti a livello di indice composito di un valore invariato da ottobre a 45,8 e di un nuovo minimo da luglio 2009 per l'indagine relativa ai servizi, prefigurando per il Pil del quarto trimestre il peggior risultato da inizio 2009.

Restando sul versante europeo ma passando alla politica economica si apre a Bruxelles in un clima apparentemente meno teso il consiglio europeo dedicato al bilancio Ue in cui un ruolo determinante sembra giocare soprattutto David Cameron.

A margine della riunione dei capi di Stato e di governo, ha detto alla stampa un funzionario dell'esecutivo tedesco, si parlerà anche del tema Grecia in vista dell'ennesimo Eurogruppo lunedì prossimo.

Per tornare infine brevemente al fronte Italia, il vicepresidente esecutivo Pimco Lorenzo Pagani dice a Reuters in un'intervista che gli investitori esteri non guardano con preoccupazione al prossimo appuntamento elettorale perché lo scenario base è quello di continuità con la gestione Mario Monti. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Un grafico che riflette l'andamento valutario. REUTERS/Dado Ruvic