Gaza, Israele e Hamas raggiungono accordo per tregua

mercoledì 21 novembre 2012 19:23
 

IL CAIRO/GAZA/GERUSALEMME (Reuters) - Nell'ottavo giorno di scontri costati la vita a oltre 140 palestinesi e a cinque israeliani, Israele e Hamas hanno raggiunto con la mediazione dell'Egitto un accordo per il cessate il fuoco che inizierà alle 20, ora italiana.

Lo ha riferito il ministro degli Esteri egiziano Mohamed Kamel Amr in una conferenza stampa congiunta con il segretario di Stato Usa Hillary Clinton. In precedenza la notizia era stata data da un funzionario palestinese a conoscenza delle trattative e da uno egiziano che avevano chiesto di non essere identificati.

Clinton, che ha ringraziato il presidente egiziano per l'impegno nelle trattative, ha detto che il nuovo governo del Cairo si sta assumendo "responsabilità e leadership" nella regione.

Intanto in una conversazione telefonica, il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha detto al presidente Usa Barack Obama di essere pronto a concedere una possibilità al cessate il fuoco con Hamas, come riferito dal suo ufficio in una nota.

"(Netanyahu) ha parlato poco fa con il presidente Barack Obama ed è d'accordo con le sue raccomandazioni di dare una possibilità alla proposta egiziana di tregua, e in questo modo a fornire un'opportunità per stabilizzare la situazione prima che siano necessarie altre azioni più incisive", si legge nella nota israeliana.

Secondo quanto riferito da una fonte egiziana vicina alle trattative, l'accordo ha le "garanzie" dell'Egitto e prevede la fine degli "assassinii" e delle "incursioni".

L'annuncio dell'accordo arriva al termine di una giornata carica di tensioni nelle zone teatro degli scontri, con una bomba esplosa su un autobus a Tel Aviv mentre proseguivano gli attacchi israeliani nella striscia di Gaza.

A Tel Aviv, obiettivo dei razzi lanciati da Gaza che però non hanno colpito la città, 15 persone sono rimaste ferite nell'esplosione avvenuta a bordo di un autobus vicino al ministero della Difesa e ad altre sedi militari, in quello che Israele e Stati Uniti hanno definito un attacco terroristico.

L'esplosione, che secondo la polizia è stata provocata da una bomba piazzata sul mezzo, ha suscitato l'esultanza dei militanti a Gaza e ha minacciato di ostacolare i tentativi di tregua. Si tratta del primo grave attentato esplosivo nella capitale commerciale di Israele dal 2006.   Continua...

 
Tel Aviv, un bus israeliano danneggiato dall'attentato di oggi che ha provocato il ferimento di quindici persone. REUTERS/Nir Elias