Siria, ribelli attaccano base aerea, colpito ministero Informazione

martedì 20 novembre 2012 11:49
 

BEIRUT (Reuters) - I ribelli siriani hanno hanno attaccato oggi una base della difesa aerea nazionale al confine con la Turchia, dopo il lancio di due colpi di mortaio contro il ministero dell'Informazione siriana a Damasco, che non ha provocato vittime.

La tv siriana ha accusato "i terroristi" per l'attacco al ministero. A Damasco, i combattenti si stanno concentrando per realizzare attacchi di alto profilo contro edifici governativi, spesso più simbolici che letali.

L'attivista Samir al-Shami ha detto che i ribelli hanno sparato contro l'edificio del ministero, che si trova in un quartiere centrale della capitale, dalla periferia meridionale dove sono nascosti.

I combattenti hanno attaccato anche una base aerea settentrionale vicino al confine turco, secondo quanto riferito da fonti dell'opposizione.

Più della metà del compound nella zona di Sheikh Suleiman è nelle mani dei ribelli, mentre continuano feroci scontri sul posto, a 18 km dal confine con la Turchia e a 30 km a nordovest di Aleppo. - Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Macerie nei pressi di Damasco dopo un attacco aereo delle forze governative del presidente Bashar al-Assad . REUTERS/Omar al-Khani