Legge stabilità, ok Camera a tutela altri 10.130 esodati

martedì 13 novembre 2012 16:22
 

ROMA (Reuters) - Sono 10.130 i nuovi esodati che la Legge di stabilità tutela attraverso uno stanziamento di 554 milioni in otto anni.

Lo chiarisce la relazione allegata all'emendamento dei relatori che la commissione Bilancio di Montecitorio ha approvato questa mattina.

Dei 10.130 in totale, 1.800 sono lavoratori in mobilità ordinaria, 760 in mobilità in deroga, 2.440 sono lavoratori ammessi alla contribuzione volontaria e 5.130 sono i "cessati", i lavoratori che non hanno un impiego a tempo indeterminato dal 30 giugno 2012 e sono titolari di un reddito lordo annuo non superiore a 7.500 euro.

Con il voto odierno salgono così a circa 140.000 i lavoratori ai quali governo e Parlamento hanno garantito il pensionamento anticipato.

Il totale delle risorse impegnate ammonta a 9,774 miliardi tra 2013 e 2014, di cui circa 3 miliardi nel prossimo triennio.

Il nodo degli esodati, i lavoratori che dopo la riforma previdenziale di fine 2011 rischiano di trovarsi senza lavoro né pensione, ha bloccato per giorni l'esame della Legge di stabilità opponendo i partiti di maggioranza (soprattutto il Pd) al governo.

Le tensioni sono affiorate anche questa mattina, quando la commissione ha approvato un sub-emendamento del Pd contro il parere di governo.

Un incidente che i relatori, Renato Brunetta del Pdl e Pierpaolo Baretta del Pd, hanno subito minimizzato parlando di una proposta superflua. L'emendamento si limita a chiarire che l'ampliamento della platea di lavoratori salvaguardati non mina le garanzie fornite ai primi 130.000 lavoratori per i quali il governo ha trovato una soluzione nei mesi scorsi.

L'emendamento dei relatori stanzia 554 milioni in otto anni: 64 milioni nel 2013, 134 nel 2014, 135 nel 2015, 107 milioni per il 2016, 46 milioni nel 2017, 30 milioni nel 2018, 28 milioni nel 2019 e 10 milioni nel 2020.   Continua...

 
Sono 10.130 i nuovi esodati che la Legge di stabilità tutela attraverso uno stanziamento di 554 milioni in otto anni. REUTERS/Alessandro Bianchi