Legge stabilità, partiti chiedono aumento detrazioni per figli

venerdì 9 novembre 2012 16:29
 

ROMA (Reuters) - Dal 2013 potrebbero aumentare le detrazioni fiscali per i figli a carico.

Sarebbe questa, secondo fonti politiche, la strada che governo e maggioranza intendono percorrere per riscrivere buona parte della manovra fiscale contenuta nella Legge di Stabilità.

Il capogruppo dell'Udc alla Camera, Gian Luca Galletti, sostiene in una nota che l'accordo con l'esecutivo prevede di destinare "tre miliardi di euro nel triennio 2013-2015" alle famiglie "in base al reddito e al numero dei figli". Le altre risorse disponibili nel biennio 2014-2015 andrebbero alle imprese sotto forma di "riduzione del cuneo, ovvero di detassazione del salario di produttività e di sterilizzazione dell'Irap".

Nessuna conferma da parte dei relatori, Pierpaolo Baretta (Pd) e Renato Brunetta (Pdl), ma fonti politiche riferiscono che l'obiettivo è aumentare le detrazioni per i figli di circa 150 euro l'anno. Per rendere il beneficio tangibile, una delle ipotesi è di limitare l'aumento delle detrazioni a redditi non superiori a 35.000 euro.

Il Testo unico delle imposte sui redditi riconosce una detrazione di 800 euro per ciascun figlio, che sale a 900 euro per i figli di età inferiore a tre anni. La riduzione di imposta è tuttavia teorica perché la detrazione reale è corretta in base al reddito attraverso una complessa formula.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Una donna spinge un passeggino tra l'acqua alta a Venezia, 23 novembre 2007. REUTERS/Michele Crosera