Province al Tar contro i tagli. Grilli non arretra

giovedì 8 novembre 2012 18:28
 

ROMA (Reuters) - L'Unione delle province italiane (Upi) promuoverà ricorsi al giudice amministrativo contro i tagli ai trasferimenti del governo e minaccia di interrompere il riscaldamento nelle scuole.

La prima iniziativa di Antonio Saitta, eletto oggi nuovo presidente dell'associazione, suscita la reazione del governo che per ora conferma le riduzioni di spesa previste dalla spending review di questa estate.

"È una decisione non più rinviabile: i 500 milioni non sono sopportabili", ha detto Saitta aggiungendo che a breve le amministrazione provinciali decideranno la chiusura dei riscaldamenti nelle scuole e il conseguente aumento delle vacanze per gli studenti.

A nome del governo ha replicato per primo il titolare della Funzione pubblica, Filippo Patroni Griffi, sollecitando Saitta ad assumere "un comportamento più consono all'istituzione che rappresenta".

Alle 16,00 il presidente dell'Upi si è recato a via XX Settembre per vedere il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli.

Al termine dell'incontro è stato lo stesso Saitta a spiegare che Grilli ha confermato i tagli previsti nel 2012.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il ministro dell'Economia Vittorio Grilli. REUTERS/Edgard Garrido