Grecia, nuovo pacchetto austerità passa di misura in Parlamento

giovedì 8 novembre 2012 09:17
 

ATENE (Reuters) - Il governo greco, tra accese contestazioni in piazza, si è garantito voti sufficienti in Parlamento per varare il pacchetto di misure di austerità essenziale per sbloccare ulteriori aiuti dai creditori esteri.

La fragile coalizione a tre è riuscita ad assicurarsi appena più dei 151 voti necessari per far approvare il provvedimento di tagli di spesa, aumenti di tasse e riforme del lavoro nonostante l'astensione del partito della sinistra democratica, partner di minoranza della coalizione.

I parlamentari hanno approvato il pacchetto di interventi che renderà più facile assumere e licenziare lavoratori, dopo che circa 100.000 greci erano scesi in piazza Syntagma, nel centro di Atene, sventolando bandiere e scandendo slogan contro queste misure: "Combattiamo! Stanno bevendo il nostro sangue".

Nell'aula del Parlamento il partito del premier Antonis Samaras e l'alleato PASOK ha conquistato 153 dei 300 voti ma poco prima nel pomeriggio la protesta è sfociata in un tentativo di irruzione nell'aula con la polizia che ha risposto con lacrimogeni e per la prima volta nel caso di una protesta anti-austerity, idranti contro i manifestanti.

Il provvedimento vale 13,5 miliardi di euro di misure restrittive precede la legge di bilancio 2013 che il governo dovrebbe portare avanti domenica.

Se l'esecutivo riuscirà in questo, dovrebbero essere sbloccati 31,5 miliardi di aiuti da Fmi e Ue che la Grecia deve usare per sostenere le sue banche e ripagare i debiti. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Il premier greco Antonis Samaras vota le nuove misure di rigore di bilancio in Parlamento, Atene, 8 novembre 2012. REUTERS/Yorgos Karahalis