M5S, Grillo esclude alleanza con Idv, vuole referendum su euro

martedì 6 novembre 2012 17:26
 

ROMA (Reuters) - Dopo aver candidato Antonio Di Pietro al Quirinale la settimana scorsa, Beppe Grillo oggi ribadisce che alle elezioni il suo Movimento 5 Stelle non sarà alleato dell'Italia dei Valori né di altri partiti e che vorrebbe un referendum sulla permanenza dell'Italia nell'euro.

"Antonio Di Pietro ha la mia amicizia, ma il M5S non si alleerà né con l'Idv, né con nessun altro", dice Grillo sul proprio blog: "Il M5S vuole sostituire il sistema dei partiti con la democrazia diretta. In sostanza vuole la fine dei partiti basati sulla delega in bianco".

La settimana scorsa, il comico ligure, che si è anche ufficialmente definito "capo politico" della prossima lista a Cinque stelle, ha fatto un pubblico elogio di Di Pietro, riconoscendogli "due meriti": quello di aver fatto una "dura opposizione" sia al governo di Silvio Berlusconi che a quello di Mario Monti.

Grillo ha poi auspicato che l'ex magistrato di mani Pulite - oggi al centro di contestazioni nell'Idv sia per la gestione personalistica del partito che per lo scontro col Pd - sia il prossimo capo dello Stato.

La sua uscita ha fatto parlare alcuni commentatori di un'alleanza tra grillini e dipietristi, ma oggi Grillo ha smentito l'ipotesi, in un post in cui ha dettato anche le regole per il prossimo sbarco in Parlamento del M5S.

Il movimento non candiderà nessuno che abbia svolto due mandati, non incasserà rimborsi per le politiche e i parlamentari eletti tratteranno per sé 5.000 euro lordi di stipendi più i vari rimborsi, ha detto Grillo. La partecipazione ai talk show "sarà vietata", almeno a quelli "condotti abitualmente da giornalisti graditi o nominati dai partiti, come è il caso delle reti Rai, delle reti Mediaset e de La7".

In quanto all'euro, Grillo ha ribadito che "la decisione di rimanere nell'euro spetta ai cittadini italiani attraverso un referendum, questa è la mia posizione".

"Io ritengo che l'Italia non possa permettersi l'euro, ma devono essere gli italiani a deciderlo e non un gruppo di oligarchi o Beppe Grillo".

(Massimiliano Di Giorgio)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Beppe Grillo in un comizio a Termini Imerese, 22 ottobre 2012. REUTERS/Massimo Barbanera