November 6, 2012 / 10:44 AM / 5 years ago

Crisi, 1 mln di indigenti assistiti in più in un anno e mezzo

4 IN. DI LETTURA

di Massimiliano Di Giorgio

ROMA (Reuters) - In un anno e mezzo, dal 2010 al luglio del 2012, gli indigenti che ricevono aiuti alimentari dallo Stato sono aumentati di quasi un milione, passando da 2.763.769 a 3.686.942 persone, circa il 33% in più, dicono i dati diffusi oggi dal ministero per le Politiche agricole.

La crescita del numero di poveri assistiti, secondo la relazione dell'Agenzia per le erogazioni in agricoltura - che distribuisce gli aiuti alimentari finanziati dalla Ue attraverso sette organizzazioni caritative - è stata forte in regioni del nord come la Lombardia e l'Emilia-Romagna, nel Lazio, ma ha raggiunto l'apice in Campania, con oltre 285.000 persone in più.

Lo studio dice anche che tra gli assistiti oltre il 10% sono bambini tra 0 e 5 anni, che vivono nel 40% dei casi in Campania e Sicilia.

Ogni 100.000 abitanti, 6.081 - ma in Campania sono 13.643 - non hanno abbastanza da mangiare e devono ricorrere a pacchi alimentari o a mense, finanziati in gran parte grazie ai circa 100 milioni di euro l'anno che l'Italia riceve dall'Unione europea.

Una cifra che però dal 2014 rischia di ridursi fortemente, denuncia il governo italiano, per l'opposizione della Germania e di altri stati al mantenimento del Fondo europeo per gli aiuti alimentari.

PASSERA: POSSIAMO RECUPERARE 1 MILIONE DI TONNELLATE DI CIBO

Per il ministro delle Politiche Agricole Mario Catania il rapporto indica che c'è una "tendenza al ritorno all'aumento dei poveri in Italia".

"In quella ricerca ci sono dei dati che devono attirare l'attenzione dei media e della politica", ha detto per parte sua il ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera, che partecipava alla presentazione dello studio.

Per Passera, tra "i molti milioni di tonnellate di cibo che vengono sprecati ogni anno in Italia... ci sono circa un milione di tonnellate che possono essere recuperate per questo tipo di bisogno", anche grazie al Fondo nazionale per l'indigenza che il governo ha istituito nella scorsa primavera ma che non è ancora attivo.

Si tratta, ha aggiunto Catania, di "quantità enormi di prodotti alimentari accantonati e non commercializzati... prodotti sani, non scaduti che vengono buttati".

Italia Contro Germania Sugli Aiuti Alimentari

Ma nella conferenza stampa di oggi Catania ha anche attaccato la Germania, accusandola di essere alla guida dei paesi Ue che vorrebbero abolire il fondo europeo per gli aiuti alimentari - che oggi rientra nel capitolo della Politica agricola comune - il cui destino dopo il 2013 è del tutto incerto.

"Questo programma l'Europa ce lo vuole tagliar via perché c'è un gruppo di paesi che, in termini di egoismi finanziari, pensano che questi aiuti si possono tagliare", ha detto il ministro. "In testa a questi paesi c'è la Germania".

Nei piani dell'Unione c'è l'istituzione di un fondo di aiuto non più legato alla Pac ma al capitolo della coesione e delle politiche sociali, con un importo che passerebbe dall'attuale mezzo miliardo di euro a circa 300 milioni di euro, ha detto ancora il ministro. Obiettivo a cui però il governo di Roma si oppone a spada tratta.

Anche se, come ha ammesso il ministro, l'Italia è uno dei pochissimi paesi europei che non prevede salari di cittadinanza o altro tipo di aiuti finanziari agli indigenti, ma fornisce di fatto solo cibo.

L'Italia dunque si prepara alla battaglia a Bruxelles sul fondo alimentare europeo, ma in caso di sconfitta, hanno detto Catania e Passera, attiverà il fondo nazionale, con una dotazione che nel 2014 potrebbe arrivare a toccare i 100 milioni di euro, se la situazione finanziaria migliorasse.

Massimiliano Di Giorgio Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below