Siria, esplode autobomba, almeno 50 soldati morti

lunedì 5 novembre 2012 17:16
 

BEIRUT (Reuters) - L'esplosione di un'autobomba guidata da un fondamentalista islamico nella provincia di Hama, in Siria, ha provocato oggi la morte di almeno 50 agenti delle forze di sicurezza fedeli al presidente Bashar al-Assad. Lo rende noto l'Osservatorio siriano per i diritti umani.

Inoltre, aerei da guerra, carri armati e artiglieria hanno bombardato zone in mano ai ribelli nella parte sud di Damasco in quella che un diplomatico occidentale ha definito un'importante escalation nella campagna di Assad per reprimere i ribelli. Nell'attacco, secondo attivisti dell'opposizione, sono morte almeno dieci persone.

Nel frattempo un attacco aereo contro Haram, una città nella provincia nord-occidentale di Idlib vicino al confine turco, ha provocato la morte di almeno 20 ribelli della Brigata dei martiri di Idlib, tra cui probabilmente anche il loro comandante, Basil Eissa, secondo quanto riferito dall'Osservatorio siriano.

Intanto in Qatar, gruppi dell'opposizione siriana si sono incontrati per cercare di dare vita a una leadership coesa che possa unirsi anche alle fazioni dei ribelli che combattono sul campo, nel tentativo di ottenere un più ampio riconoscimento internazionale e forniture di armi.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia