'Ndrangheta, arrestato gip Palmi Giusti per corruzione

mercoledì 28 marzo 2012 18:39
 

MILANO (Reuters) - Giancarlo Giusti, giudice di Palmi, in Calabria, già sospeso dalle sue funzioni perché indagato in un'inchiesta su un clan di 'ndrangheta, è stato arrestato su disposizione della procura di Milano.

Lo ha riferito in una nota il procuratore capo del capoluogo lombardo Edmondo Bruti Liberati, aggiungendo che Giusti è accusato di corruzione con l'aggravante di aver favorito l'associazione mafiosa.

Il giudice è accusato in particolare di aver ricevuto oltre 70.000 euro da persone finite in carcere nella stessa inchiesta sul clan di 'ndrangheta dei Lampada. Non è stato possibile raggiungere i legali dell'interessato per un commento.

L'Associazione nazionale magistrati ha espresso "sconcerto e indignazione" per i fatti contestati a Giusti, ritenuti di una "gravità inaudita".

"Al di là dell'allarmante vicenda penale e nella doverosa attesa dei successivi approfondimenti investigativi, l'Anm riafferma la centralità della questione morale, a fronte di ogni situazione che possa compromettere gravemente la funzione giudiziaria e l'immagine della magistratura", si legge in una comunicato.

"L'Anm ribadisce che la magistratura è un corpo sano, in cui non esistono sacche di impunità, e al riguardo conforta la capacità dei magistrati di trovare essi stessi gli strumenti necessari per individuare e sanzionare con severità, anche all'interno, ogni comportamento contrario alla legge". - Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
Un giudice della cittadina calabrese di Palmi, già sospeso dalle sue funzioni perché indagato in un'inchiesta su un clan di 'ndrangheta, è stato arrestato su disposizione della procura di Milano.REUTERS/Paolo Bona