Voto, a centrosinistra Milano e Napoli, debacle Pdl-Lega

lunedì 30 maggio 2011 20:27
 

ROMA (Reuters) - I candidati di centrosinistra hanno vinto i più importanti ballottaggi per l'elezione a sindaco, a partire da Milano e Napoli, e il premier Silvio Berlusconi, in visita in Romania, ha ammesso la sconfitta, pur chiarendo che è determinato ad andare avanti insieme alla Lega Nord.

Per il Pd, invece, il voto certifica la fine della maggioranza di centrodestra e Pier Luigi Bersani ha chiesto elezioni anticipate, proponendo comunque di cambiare la legge elettorale prima di andare al voto.

A Napoli Luigi De Magistris, candidato dell'Idv e della Federazione della sinistra, che al primo turno aveva superato a sorpresa l'uomo del Pd strappandogli l'accesso al ballottaggio, è il nuovo sindaco con il 65,37% dei voti.

Gianni Lettieri, candidato del Pdl che aveva vinto al voto del 15-16 maggio, si è fermato invece al 34,61%, quando al primo turno aveva ottenuto il 38,52. A punirlo sembra essere stata anche l'affluenza in calo: al ballottaggio ha votato poco più del 50% dei napoletani, contro il 60% circa del primo turno.

A Napoli aveva fatto campagna sia al primo che al secondo turno lo stesso premier Berlusconi, sottolineando l'impegno del suo governo contro l'emergenza-rifiuti e promettendo addirittura una moratoria per la demolizione delle costruzioni abusive. Ma il centrodestra non è riuscito a sfruttare la congiuntura, dopo 15 anni di governo di centrosinistra con Antonio Bassolino prima e Rosa Russo Iervolino poi.

"Abbiamo perso, è evidente. L'unica strada è tenere i nervi saldi e andare avanti. La maggioranza è coesa e determinata, restano da fare alcune riforme: fisco, giustizia e piano Sud", ha detto Berlusconi commentando il voto da Bucarest, in Romania, dove si trova per un vertice intergovernativo. Il premier oggi è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura di Roma con l'ipotesi di abuso d'ufficio per le interviste "illecite" in onda lo scorso 20 maggio.

"Napoli é stata liberata e la ricostruiremo insieme, io con voi e voi con me", è stato invece il primo commento dell'ex magistrato De Magistris, che ha rifiutato fino alla fine apparentamenti formali ma che è stato sostenuto di fatto da tutto il centrosinistra al secondo turno.

MILANO ARCHIVIA IL CENTRODESTRA

A Milano, dove l'affluenza degli elettori non è calata, al contrario del resto d'Italia, Giuliano Pisapia, già vincitore del primo turno con oltre il 48%, è arrivato stavolta al 55,1% mentre Letizia Moratti, sindaco uscente, ha perso col 44,89%.   Continua...

 
<p>Immagine del concerto per il canddato del centrosinistra (oggi neosindaco) al Com,une di Milano Giuliano Pisapia. REUTERS/Paolo Bona (ITALY - Tags: POLITICS ELECTIONS IMAGES OF THE DAY)</p>