Iran mette in guardia libici da interessi "coloniali" Occidente

domenica 20 marzo 2011 12:07
 

TEHERAN (Reuters) - L'Iran oggi ha avvertito i libici di non fidarsi delle potenze occidentali che stanno lanciando attacchi aerei contro le forze di Muammar Gheddafi, dicendo che il loro obiettivo è di ottenere il controllo neo-coloniale sulla nazione ricca di petrolio.

Teheran ha mostrato sostegno alla rivolta contro il leader libico, parte di quello che considera il "risveglio islamico" del mondo arabo.

Ma l'Iran, nemico degli Stati Uniti che negli ultimi anni hanno invaso due suoi vicini, Iraq e Afghanistan, ha espresso anche sospetti sugli intenti dell'intervento occidentale in Libia.

"Testimonianze e azioni dei Paesi dominanti nell'occupare Paesi oppressi indicano che le loro intenzioni in simili operazioni sono sempre dubbie", ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Ramin Mehmanparast, citato dall'agenzia stampa Isna.

Il portavoce ha detto che la posizione dell'Iran "è sempre di sostegno al popolo e di difesa delle loro legittime richieste", ma ha messo in guardia i libici da un'eventuale occupazione da parte dei Paesi occidentali che dicono di volerli proteggere.

"Questi Paesi entrano normalmente con slogan seducenti di sostegno al popolo ma perseguono i propri interessi governando i Paesi e proseguendo il colonialismo in una nuova forma", ha spiegato.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia