19 gennaio 2011 / 15:11 / 7 anni fa

Ruby: "Mai toccata con un dito" da Berlusconi

<p>Karima El Mahroug "Ruby". REUTERS/Stringer/Files</p>

di Ilaria Polleschi

MILANO (Reuters) - Ruby, la giovane marocchina al centro di un‘inchiesta della Procura di Milano che vede indagato il premier, oggi ha raccontato di non essere mai stata toccata neppure “con un dito” da Silvio Berlusconi e di essersi sempre “inventata una vita parallela” per sfuggire alla realtà.

“Non mi ha mai toccato con un dito, e non capisco perché si deve vedere del brutto dove non c’è”, ha detto Ruby a proposito del premier nel corso della registrazione di “Kalispera!”, la trasmissione di Alfonso Signorini in onda su Canale5. “Mai avuto avance sessuali da Berlusconi”.

“Berlusconi lo stimo come persona, gli sarò riconoscente a vita perché mi ha dato un aiuto senza avere un tornaconto”, ha aggiunto Ruby, in jeans attillati, camicia animalier trasparente e stivali col tacco.

“Io non ho mai fatto la prostituta”, ha detto ancora la ragazza. “Ci ho provato ma, come mi diceva mia madre, puttana si nasce, non si diventa”.

SUI 5 MILIONI “NON RICORDO”

La 18enne ha raccontato del suo primo incontro con Berlusconi ad Arcore, lo scorso 14 febbraio: “Un‘amica mi ha proposto di andare a una cena, non sapevo dove...pensavo di fare la ragazza immagine ... Quando me l‘ha presentato ero timida all‘inizio, poi mi sono sciolta, ho detto di avere 24 anni, che ero egiziana e che mi chiamavo Ruby”.

“La mia amica mi ha portata lì dicendogli che ero in difficoltà”, ha sottolineato. “Lui era molto interessato ed è stato ad ascoltarmi più di tutti gli psicologi che mi hanno seguito nelle comunità... E’ stata una serata molto tranquilla, normale, perché lui ti dà la sensazione di essere a casa di un amico”.

Ruby ha raccontato di essersene andata appena terminata la cena. “Però lui mi ha chiamato, mi ha dato una busta e mi ha detto: ‘Mi ha fatto piacere conoscere una persona come te’”, ha aggiunto, precisando che nella busta c‘erano 7mila euro: “Per me era una cifra enorme”.

A proposito dei 5 milioni di euro che - stando alle intercettazioni - Ruby avrebbe chiesto a Berlusconi per salvaguardarlo, la ragazza ha detto: “Non mi ricordo di aver mai detto di aver chiesto 5 milioni al premier, e non capisco se quello che scrivono sui giornali (il contenuto delle intercettazioni) è la verità”, sottolineando poi di essere in attesa da novembre di essere ascoltata dai magistrati milanesi.

Ruby ha inoltre smentito di aver mai detto a Berlusconi “di essere la nipote di (Hosni) Mubarak (il presidente egiziano, ndr)”, in riferimento al fatto che il premier avrebbe addotto questa scusa, nel maggio scorso, per ottenere dalla Questura di Milano il rilascio della giovane, arrestata per furto.

VIOLENTATA A NOVE ANNI DAGLI ZII

L‘intervista con Signorini è iniziata parlando dell‘infanzia della giovane: i suoi primi anni di vita in Marocco, il suo trasferimento in Italia e la sua cacciata di casa a 12 anni.

“ll primo shock della mia vita è stato a nove anni: sono stata violentata da due zii... ma mia madre mi ha detto di stare zitta perché diceva che avrei rovinato la famiglia”, ha raccontato la 18enne in lacrime.

A 12 anni, ha proseguito, alla sua richiesta di cambiare religione il padre le avrebbe tirato una pentola di olio bollente, lasciandole segni sulla testa e su una spalla.

Sempre a 12 anni, Ruby sarebbe stata cacciata di casa, cominciando il giorno stesso a rubare e, “per sfuggire al dolore, a crearsi una vita parallela”, in cui raccontava di essere egiziana e maggiorenne.

Berlusconi deve rispondere di prostituzione minorile e concussione. Secondo i magistrati milanesi, avrebbe pagato per avere rapporti sessuali con Ruby quando aveva 17 anni, e avrebbe abusato della sua posizione di premier per ottenerne il rilascio dalla Questura di Milano.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below