8 dicembre 2010 / 13:01 / 7 anni fa

Rifiuti, nuovi atti di protesta a Terzigno e Boscoreale

NAPOLI (Reuters) - Questa mattina alcuni dimostranti hanno dato alle fiamme due autocompattatori a Terzigno, e altri hanno incendiato dei copertoni davanti al Comune di Boscoreale, per protestare contro la situazione dei rifiuti nel Napoletano. Lo riferisce la Questura partenopea.

<p>Una strada di Napoli invasa dai rifiuti. REUTERS</p>

Intorno alle 4 una ventina di persone hanno imposto di scendere agli autisti dei due camion, che avevano appena depositato i rifiuti nella discarica dell‘ex Cava Sari, e hanno poi dato fuoco ai mezzi.

A Boscoreale, un gruppo di persone ha incendiato i copertoni proprio davanti all‘ingresso del comune.

Nei mesi scorsi i due comuni campani sono stati teatro di proteste in alcuni casi sfociate in scontri con le forze dell‘ordine.

Nei giorni scorsi il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è tornato a dirsi fiducioso che le regioni italiane accoglieranno l‘appello a collaborare per accelerare lo smaltimento dei rifiuti di Napoli, le cui strade, intanto, continuano ad essere invase dalla spazzatura.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below