8 giugno 2010 / 11:17 / tra 7 anni

Libia espelle l'agenzia Onu per i rifugiati

<p>Nella foto d'archivio, un operatore dell'Unhcr discute con un migrante. REUTERS/Pascal Rossignol (FRANCE POLITICS SOCIETY)</p>

GINEVRA (Reuters) - La Libia ha imposto all‘agenzia Onu per i rifugiati (Unhcr) di chiudere le proprie attività nel paese, mettendo a rischio il futuro di più di 12mila rifugiati e richiedenti asilo politico, secondo quanto riferito da una portavoce dello stesso Unhcr.

L‘espulsione è stata ritenuta di particolare gravità, considerata la politica di respingimenti verso la Libia adottata dall‘Italia nei confronti dei rifugiati in fuga da Nord Africa e Medio Oriente, secondo la portavoce Melissa Fleming, durante un incontro con la stampa.

La Libia non figura tra i firmatari della convenzione sui rifugiati del 1951, e non ha un sistema interno di asilo, così è stato finora compito dell‘Unhcr, secondo Fleming, aiutare le autorità nel decidere chi fosse da considerare un rifugiato e chi un immigrato di altro genere.

“Ciò lascerà un grande vuoto per le migliaia di rifugiati e richiedenti asilo che sono già là, e naturalmente per quelli che continuano ad arrivare costantemente ogni settimana sulle imbarcazioni”.

Fleming ha detto che la Libia ha informato l‘Unhcr la scorsa settimana dell‘espulsione, senza dare però una scadenza precisa o una motivazione per la decisione.

Secondo Fleming, l‘Unhcr ha registrato e assistito circa 9mila rifugiati nel paese, con altri 3,700 richiedenti asilo, la maggior parte dei quali di provenienza palestinese, ma anche irachena, somala, eritrea, liberiana ed etiope.

Molti dei rifugiati e dei richiedenti asilo vivono in aree urbane, ma alcuni sono rinchiusi in 15 centri di detenzione, ai quali secondo la l‘Unhcr ha accesso.

“Tutti i governi europei che pensano di usare la Libia come un posto dove possono essere accolte le persone che fuggono da guerre e persecuzioni, dovrebbero rivedere molto attentamente la questione, visto che l‘Unhcr non c’è più”, ha detto la Fleming.

L‘Unhcr è stata presente in Libia dal 1991, con uno staff per lo più locale di 26 persone.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below