Berlusconi in Israele: sì a ingresso in Ue, unirsi contro Iran

lunedì 1 febbraio 2010 19:59
 

di Valentina Rusconi

GERUSALEMME (Reuters) - La visita del presidente del Consiglio italiano Silvio Berlusconi in Israele è iniziata all'insegna dell'amicizia fra i due Stati e della comunanza di radici giudaico-cristiane che condividono.

Proprio queste radici, secondo i premier di entrambi i Paesi, sono alla base della cultura dell'Europa e dell'Occidente al punto che il "sogno" di Berlusconi è di vedere Israele presto nell'Unione Europea.

L'importanza della visita è sottolineata dal fatto che ad accompagnare il Cavaliere ci sono sette ministri: Franco Frattini (Esteri), Claudio Scajola (Sviluppo economico), Andrea Ronchi (Politiche comunitarie), Maurizio Sacconi (Lavoro), Feruccio Fazio (Salute), Stefania Prestigiacomo (Ambiente) e Altero Matteoli (Infrastrutture).

ISRAELE NELLA UE, OCCIDENTE HA RADICI GIUDAICO-CRISTIANE

Nelle dichiarazioni congiunte, entrambi i premier hanno sottolineato la vicinanza tra i due Paesi: "Forte commozione" per Berlusconi, in quella che il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha definito una "visita storica", che si è detto "contentissimo" per la presenza del Cavaliere, definito "uno dei più grandi amici di Israele, un leader e un grande combattente per la libertà".

"Il mio più grande sogno, quando sarò ancora protagonista della politica, è di annoverare Israele come membro dei Paesi dell'Unione europea", ha detto Berlusconi, specificando che fine della sua visita è anche "testimoniare la consapevolezza e il nostro orgoglio di essere noi con la cultura giudaico-cristiana alla base della civiltà europea".

Anche Netanyahu ha evidenziato il rapporto tra Israele e Occidente: "Roma e Gerusalemme hanno fondato le basi della cultura occidentale".

Il ministro per le Politiche europee, Andrea Ronchi, ha detto che nel suo incontro con il vicepremier e ministro per gli Affari regionali israeliano, Silvan Shalom, di stabilire "una road map per accelerare la creazione di condizioni reali di accesso all'Unione europea di Israele. Questo tema è sul tavolo dell'Unione".   Continua...

 
<p>Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. REUTERS/Max Rossi</p>