25 agosto 2009 / 16:19 / 8 anni fa

Lockerbie, Brown: rabbia e disgusto per accoglienza Megrahi

LONDRA (Reuters) - Il premier britannico Gordon Brown ha detto oggi di essere “arrabbiato e disgustato” per l‘accoglienza tributata a Tripoli ad Abdel Basset al-Megrahi, l‘attentatore di Lockerbie rimpatriato settimana scorsa.

<p>Il libico al-Megrahi accolto all'aeroporto di Tripoli. REUTERS/Stringer (LIBYA POLITICS CRIME LAW CONFLICT)</p>

Si tratta del primo commento che arriva da Downing Street sulla decisione delle autorità scozzesi di liberare Megrahi per motivi umanitari, mossa condannata degli Usa e dei parenti delle vittime americane.

Megrahi, 57 anni, stava scontando l‘ergastolo per l‘omicidio delle 259 persone che erano a bordo del Boeing 747 della Pan Am e di 11 a terra morte quando il velivolo è esploso nei cieli sopra Lockerbie, cittadina scozzese, nel 1988.

L‘ex agente libico è stato scarcerato giovedì perchè ha un cancro alla prostata allo stadio terminale e, al suo arrivo a Tripoli, è stato accolto da più di un migliaio di persone che sventolavano bandiere scozzesi e libiche.

“Devo dirvi che mi sono sentito arrabbiato e disgustato dall‘accoglienza riservata in Libia ad un attentatore condannato per un crimine terroristico enorme”, ha detto Brown nel corso di un briefing con la stampa.

“La nostra determinazione nel combattere il terrorismo è assoluta. Vogliamo lavorare con i paesi, anche quelli come la Libia, che rinunciano alle armi nucleari e vogliono entrare nella comunità internazionale”, ha detto Brown.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below