Viareggio,19 le vittime. Magistrati: ruggine non c'entra

giovedì 2 luglio 2009 17:21
 

LUCCA (Reuters) - Sono salite a 19 le vittime del disastro ferroviario di Viareggio, solo quattro delle quali identificate finora ufficialmente, mentre da stamattina sono iniziati sui cadaveri i test del Dna.

Sul fronte delle indagini, i magistrati di Lucca ritengono che l'ipotesi più plausibile sia la rottura di un asse del vagone scoppiato, mentre hanno molti dubbi sul fatto che la ruggine trovata e indicata da più parti come il possibile elemento alla base dell'incidente possa essere stata determinante.

Da ieri, poi, il Gruppo Fs ha sospeso il trasporto con carri della Gatx, la società proprietaria della ferrocisterna esplosa alla fuoriuscita di Gpl, che faceva parte di un treno merci con altri 13 vagoni- cisterna, tutti ormai messi in sicurezza.

Domani il Consiglio dei ministri è convocato per le 12,30 per dichiarare fra le altre cose lo stato di emergenza a seguito del disastro ferroviario di lunedì notte, come si legge in una nota della presidenza del Consiglio.

L'incidente di lunedì notte ha acceso i riflettori sulle norme comunitarie per il trasporto di merci pericolose su rotaie, spingendo il commissario europeo ai Trasporti della Commissione europea, Antonio Tajani, ad annunciare oggi la convocazione di una conferenza sulla sicurezza ferroviaria, che avrà l'obiettivo di fare chiarezza sull'attuale sistema di controlli e di rafforzarlo.

ANCORA QUATTRO DISPERSI

Dopo che questa mattina è morto un ferito ricoverato a Carrara, nel pomeriggio è deceduta una donna ricoverata all'ospedale La Versilia di Lido di Camaiore, hanno riferito le autorità sanitarie.

Il bilancio sembra comunque destinato a crescere, con l'80% dei feriti che ha ustioni sul 70-90% del corpo.

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, parlando dall'Aquila, ha parlato di "25 feriti, 11 dei quali assolutamente gravi".   Continua...

 
<p>Soccorritori a lavoro accanto a case bruciate a Viareggio. REUTERS /Stefano Rellandini (ITALY DISASTER)</p>