17 luglio 2017 / 14:22 / 3 mesi fa

Ue, vertici aziende telecom sollecitano riforma frequenze, governi esitano

BRUXELLES (Reuters) - Le principali società di telefonia mobile in Europa hanno sollecitato i governi dell‘Ue a far cadere le loro resistenze nell‘assegnare le licenze per le frequenze wireless per almeno 25 anni.

In una lettera ai ministri europei impegnati in un meeting in Estonia, le società hanno detto di essere molto preoccupate per le discussioni in corso a Bruxelles sulla riforma dello spettro wireless aggiungendo che l‘incapacità di creare il giusto contesto avrà impatti su tutte le imprese che fanno affidamento su internet.

La lettera è stata firmata dai vertici di Deutsche Telekom, Kpn, Orange, Telecom Italia, Telefonica, Telekom Austria, Telenor, Telia Company e Vodafone.

La Commissione europea ha cercato per anni di coordinare il modo in cui i governi assegnano lo spettro wireless, o blocchi delle frequenze, agli operatori ‘mobili’ nel tentativo di creare un mercato unico europeo delle telecomunicazioni.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below