Mps, Fortress ed Elliott si sfilano su npl, Atlante 2 resta sola

venerdì 16 giugno 2017 17:08
 

di Massimo Gaia

MILANO (Reuters) - Gli operatori di private equity Fortress ed Elliott si sono sfilati dalla trattativa riguardante la cartolarizzazione degli npl di Banca Monte dei Paschi di Siena, che, a questo punto, vede in campo il solo fondo Atlante 2.

E' quanto dicono tre fonti vicine alla situazione.

"Fortress ed Elliott si sono sfilati perché non è stato trovato un accordo su termini e condizioni", spiega una delle fonti. "Atlante 2 sta valutando se proseguire da solo".

Lo stop alle negoziazioni degli npl per 26 miliardi lordi potrebbe non essere definitivo. Una fonte fa notare che, al di là di questo stop, "c'è tempo fino al 28 giugno per trattare". Mps, infatti, ha concesso un'esclusiva ai fondi sino a quella data.

Una seconda fonte conferma che la trattativa è entrata in fase di stallo, dato che Credito Fondiario e Italfondiario hanno interrotto la due diligence in corso sugli npl.

La decisione di Fortress ed Elliott di sfilarsi è avvenuta al termine di un vertice tra Mps e i fondi, oggi, a Milano.

Dopo la notizia alla Borsa di Milano si è registrato un netto peggioramento dell'indice dei titoli bancari.

Una terza fonte aggiunge che Mps andrà avanti con le trattative con Atlante 2. Il fondo gestito da Quaestio Sgr ha una capienza residua di 1,7 miliardi circa, comprensivi di circa 450 milioni che potrebbero essere destinati all'operazione di salvataggio di Veneto Banca e Popolare Vicenza, sempre che vada in porto.   Continua...