BORSA MILANO chiude positiva su massimi, strappa Rcs +15%, giù Unicredit

lunedì 11 luglio 2016 17:54
 

MILANO, 11 luglio (Reuters) - Piazza Affari chiude in netto rialzo sulla scia dell'andamento degli altri mercati europei, galvanizzati dall'attesa di un accordo in sede europea che consenta un intervento pubblico nelle banche italiane.

** L'indice FTSE Mib guadagna l'1,21% a un passo dai massimi di seduta e l'AllShare avanza dell'1,25%. Volumi per un controvalore di circa 2,2 miliardi di euro nel finale. Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 sale dell'1,54%.

** Fra i bancari soffre solo UNICREDIT su prese di profitto che cede il 2,89%. Va meglio INTESA SANPAOLO con un +2,27%.

** Segno più anche per POPOLARE EMILIA ROMAGNA (+4,67%), POPOLARE MILANO (+2,92%), MEDIOBANCA (+0,38%), UBI BANCA (+1,2%) e BANCO POPOLARE sul finale balza del 3,51%.

** In netto rialzo anche MONTEPASCHI (+6,94%), al centro di varie indiscrezioni di stampa e in cima alla lista delle preoccupazioni del governo Renzi.

** Denaro diffuso anche sul risparmio gestito: FINECOBANK (+1,23%), AZIMUT (+2,35%), poco mossa POSTE ITALIANE, mentre BANCA MEDIOLANUM ) sale del 2,54%.

** Automotive positivo, in linea con il paniere europeo : FERRARI (+1,89%)e FIAT CHRYSLER (+4,16%). Fuori dal paniere principale, PININFARINA cede il 3,96% alla vigilia dell'avvio dell'Opa obbligatoria promossa da PF Hldings.

** Forte SAIPEM che balza del 4%, così come BUZZI UNICEM (+4,63%)

** Per il resto, lieve rialzo per SALVATORE FERRAGAMO .   Continua...