BORSA MILANO chiude tonica, nuovo balzo titoli e diritti Banco Popolare

martedì 7 giugno 2016 17:57
 

MILANO, 7 giugno (Reuters) - Piazza Affari si concede una seduta al rialzo dopo le recenti tensioni grazie al rimbalzo dei bancari e dopo le parole del presidente della Fed Janet Yellen che non ha fatto riferimenti chiari sulla tempistica del prossimo rialzo dei tassi, alimentando la convinzione che non avverrà a giugno.

L'attenzione si sposta quindi sul referendum sulla Brexit del 23 giugno, secondo i trader, e "più si avvicina quella data più aumenta la volatilità".

** L'indice FTSE Mib ha chiuso in rialzo dell'1,99%, l'Allshare dell'1,89%. Volumi scambiati per poco più di 2,23 miliardi di euro. Ben intonate anche Francoforte e Parigi, poco mossa Londra .

** BANCO POPOLARE balza del 6,10%, portando il rialzo dall'avvio dell'aumento di capitale all'11%, mentre i diritti dell'aumento hanno guadagnato il 18,97% ma restano ancora leggermente a sconto rispetto all'azione. Bene anche la promessa sposa BPM (+7,59%).

** In generale il settore è premiato dalle notizie sull'interesse a sottoscrivere l'aumento di capitale di Veneto Banca da parte di un nucleo di soci storici. Un buon esito di questa operazione limiterebbe l'impegno del Fondo Atlante lasciandogli più risorse per gli npl. Rimbalzi quindi anche per UNICREDIT (+3,33%), MPS (+5,22%), BPER (+4,66%). L'indice del settore è salito del 2,87%, quello europeo dell'1,34%.

** MEDIASET termina la seduta in rialzo del 2,37%: stamane il titolo è balzato dopo la notizia del ricovero di Silvio Berlusconi per scompenso cardiaco. Il mercato ragiona sugli scenari che si aprirebbero in caso di passo indietro dell'ex premier, dice un trader.

** Ben intonati i titoli legati al greggio come TENARIS (+4,94%), ENI (+2,32%) e SAIPEM (+5,62%).

** Pesante IMA (-3,54%) dopo il collocamento di nuove azioni a 53 euro.

** Prosegue la debolezza di ACEA (-3,04%): da inizio settimana, dopo l'esito del primo turno delle amministrative che ha visto in testa Virginia Raggi del Movimento 5 Stelle, che ha dichiarato l'intenzione di rinnovare i vertici della ex municipalizzata, ha perso il 6,42%.   Continua...