BORSA MILANO chiude a +4%, bancari dominano scena con rialzi a doppia cifra

mercoledì 13 aprile 2016 17:54
 

MILANO, 13 aprile (Reuters) - Con un guizzo dell'ultimo minuto Piazza Affari mette a segno un rialzo superiore al 4% in una seduta dominata dai bancari, tutti ben comprati, con il mercato che continua a elaborare la notizia del lancio del fondo Atlante come salvagente per i prossimi aumenti di capitale e veicolo di acquisto delle sofferenze.

Ieri i bancari erano stati trascinati al ribasso dai timori che il fondo fosse inadeguato rispetto ai rischi descritti in un documento pubblicato da 'Il Messaggero', definito poi non affidabile da fonti governative.

"Sicuramente non è il tocco magico che risolve tutto ma certamente non è una cosa negativa. A oggi è stato messo un tassello nella giusta direzione, necessario ma non sufficiente", è il commento di Marco Vailati, economista di Cassa Lombarda.

Non solo banche tuttavia: tutti i mercati europei hanno segnato buoni rialzi grazie dal dato cinese sulle esportazioni che sono tornate a crescere per la prima volta da giugno scorso e con il tasso più alto da oltre un anno.

** L'indice FTSE Mib ha chiuso in rialzo del 4,13%, l'Allshare del 3,73%. Buone chiusure anche per Londra (+1,93%), Francoforte (+2,71%) e Parigi (+3,32%). Volumi per poco più di 3 miliardi di euro.

** Rialzi a doppia cifra per MPS (+11,77%), BPER (+11,47%), UNICREDIT (+10,60%) e CREVAL (+10,14%). Tra il 7 e il 9% per le altre.

** Tonica ENI (+4,01%) in linea con il settore europeo dell'energia (+3,10%).

** Ben comprato il lusso sulla scia dei buoni risultati di Lvmh.

  Continua...