BORSA MILANO in ribasso scia Wall Street, vendite su bancari

lunedì 26 settembre 2016 09:30
 

MILANO, 26 settembre (Reuters) - Piazza Affari apre con segno negativo, dopo la chiusura debole di Wall Street che, con i titoli del comparto energia sotto pressione sul calo del greggio, si é presa una pausa dopo i recenti rialzi.

Milano fa peggio delle altre piazze europee, in un mercato penalizzato dall'incertezza sulla politica in vista del referendum costituzionale e sulle soluzioni possibili per Mps e per il sistema bancario.

** Alle 9,20 l'indice FTSE Mib perde l'1,4%, l'Allshare l'1,3%.

L'indice europeo FTSEurofirst cala dello 0,9%.

Francoforte segna -0,9%, Parigi -1,1%, Madrid -1%.

** Bancari negativi con UNICREDIT in calo di oltre il 3% dopo il segno positivo di venerdì, ultimo giorno di un mini rally che ha riportato il titolo sopra quota 2 euro. INTESA SANAPAOLO cala di oltre il 2%, MPS -0,7%. L'indice europeo di settore perde l'1,6%.

** Venduti i petroliferi, nonostante il leggero rimbalzo dei prezzi del greggio, dopo il netto calo di venerdì. TENARIS e SAIPEM calano di oltre il 2%, ENI segna -1,5% circa.

** RECORDATI in rialzo dopo i rumors riportati dalla stampa, secondo i quali il gruppo farmaceutico sarebbe finito nel mirino di alcuni colossi cinesi del settore. Sempre secondo la stampa, fonti vicine alla dinastia di imprenditori lombardi che controlla il 51% dell'azienda, dicono che sul tavolo non ci sarebbe alcuna cessione azionaria.

** MOLESKINE in calo, con il prezzo appena sopra la soglia dell'Opa annunciata dalla belga D'Ieteren.   Continua...