BORSA MILANO debole in avvio, Mps nervosa dopo dimissioni AD

venerdì 9 settembre 2016 09:28
 

MILANO, 9 settembre (Reuters) - Avvio debole a Piazza Affari dove i riflettori sono puntati su Mps, nervosa in avvio, dopo l'annuncio delle dimissioni dell'AD Fabrizio Viola.

In generale il mercato ha reagito in modo ordinato all'attendismo delle Bce, che ha rimandato la decisione sul prolungamento del Qe oltre l'attuale scadenza di marzo 2017, argomento neppure toccato nel consiglio di ieri, non senza deludere gli investitori.

** Alle 9,20 l'indice FTSE Mib è in calo dello 0,16% l'Allshare dello 0,12%. Il benchmark europeo FTSEurofirst perde lo 0,5%

** MPS in saliscendi perde l'1%. I trader si interrogano sull'impatto dell'avvicendamento al vertice dell'istituto sul piano di ricapitalizzazione e l'eventuale conversione dei bond subordinati, le cui tempistiche sembrano a questo punto spostate di qualche mese. Nella sale operative prevale una sentiment di incertezza.

"La situazione resta complicata", commenta un trader.

"La vicenda lascia intendere chiaramente le difficoltà di gestione dell'attuale fase di ristrutturazione del bilancio della banca", dice Icbpi sottolineando l'ipotesi di un rinvio dell'aumento di capitale a gennaio/febbraio.

** Nel resto dei bancari in calo UNICREDIT (-0,5%) mentre sale UBI (+1%). Nell'assicurazione in evidenza UNIPOL e UNIPOLSAI.

** Qualche rialzo tra utility e petroliferi con A2A a +0,9% e SAIPEM a +0,6% Perde ancora terreno BUZZI UNICEM (-1,3%).

  Continua...