BORSA MILANO parte debole su timori Brexit, strappano Mps, Carige, giù Telecom

mercoledì 6 luglio 2016 09:33
 

MILANO, 6 luglio (Reuters) - Borsa Milano parte negativa, penalizzata dai persistenti timori legati alla decisione della Gran Bretagna di uscire dalla Ue. In calo anche gli altri mercati europei. Forte rimbalzo di Mps dopo i crolli delle ultime sedute.

Intorno alle 9,15 l'indice FTSE Mib cede lo 0,15%, e l'ALL SHARE lo 0,17%, mentre l'indice benchmark europeo FTSEurofirst è piatto.

** MPS segna un rialzo del 10,11%. Oggi vietate le vendite allo scoperto sul titolo. "Dopo il forte calo delle ultime sedute un rimbalzo ci sta", sintetizza un trader. Secondo Icbpi, "è sempre più probabile un intervento dello Stato nel capitale".

Sul resto dei bancari, le big UNICREDIT e INTESA SP salgono rispettivamente del 2,2% e dell'1,1%. Strappa BANCA CARIGE con una crescita del 10,23%.

** Tra gli altri settori, sugli scudi YOOX-NET-A-PORTER con un balzo del 4,7% nel giorno del 'capital market day' e il nuovo piano al 2020 e dopo rassicurazioni sull'impatto della svalutazione della sterlina, anche se per ora resta ancora lontano dai 24 euro circa a cui trattava prima della Brexit.

** In profondo rosso TELECOM ITALIA che cede il 6% circa, penalizzato dall'annuncio di Iliad di entrare sul mercato italiano e che Xavier Niel non detiene nessuna partecipazione in Telecom Italia nè diretta nè indiretta e ha solo un interesse finanziario marginale (meno di 25 milioni di euro), che sarà venduto nelle prossime settimane. "In questo modo si riduce l'appeal speculativo sul titolo", dice un broker.

** AZIONARIO ITALIANO ** I prezzi delle azioni trattate sul mercato telematico italiano possono essere visualizzati con un doppio click sui seguenti codici ........

  Continua...