Borsa Milano parte negativa, Telecom +4,5%, fermento su editoria, sospesa Rcs

lunedì 16 maggio 2016 09:19
 

MILANO, 16 maggio (Reuters) - Piazza Affari parte negativa in scia della seduta debole di Wall Street venerdì sera e dei dati cinesi sotto le attese. I volumi sono attesi non molto elevati a causa della chiusura della Borsa di Francoforte per una festività.

** In avvio l'indice FTSE Mib cede lo 0,83%, l'AllShare lo 0,74%. Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 arretra dello 0,68%.

** Sugli scudi TELECOM ITALIA che sale del 4,5% dopo i risultati del trimestre resi noti venerdì notte. A colpire positivamente il mercato l'annuncio di maggiori risparmi, portati complessivamente a 1,6 miliardi di euro al 2018. "L'elemento più confortante è rappresentato dalla consistente revisione al rialzo del target di risparmi che nonostante la debolezza nel fisso supporta la conferma dei target di Ebitda grazie all'ottima dinamica del segmento consumer nel mobile", rileva Icbpi nel report odierno.

** Sospesa in attesa di un comunicato RCS. Ieri il Sole24ore ha scritto che Andrea Bonomi starebbe studiando un'offerta in contanti alternativa all'Ops lanciata da Cairo Communication e il Giornale di oggi dice che l'offerta del finanziere milanese, in cordata con altri soci storici di Rcs, potrebbe essere annunciata in giornata. Il fermento sull'editoria fa schizzare al rialzo CLASS EDITORI, sospesa in asta di volatilità con una rialzo teorico del 5,91%.

** Banche negative, MONTEPASCHI (-0,53%), POPOLARE MILANO (-0,75), MEDIOBANCA (-1,23%), POPOLARE EMILIA ROMAGNA (-0,7%); unica positiva il BANCO POPOLARE (+0,4%).

** Tra le big, INTESA SP cede l'1,53% e UNICREDIT l'1,72%.

** Trascurati tutti gli altri settori.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...