Governo vara legge Bilancio da 26,5 mld, deficit 2017 a 2,3% Pil

sabato 15 ottobre 2016 19:52
 

ROMA, 15 ottobre (Reuters) - Il consiglio dei ministri ha approvato la legge di Bilancio con misure complessive sul 2017 da 26,5 miliardi, due in più rispetto a quanto il governo ha comunicato martedì scorso in Parlamento.

Lo ha annunciato il presidente del consiglio, Matteo Renzi, spiegando che l'obiettivo programmatico di deficit per il 2017 è stato rivisto dal 2 al 2,3% del Pil.

Gli ulteriori margini di bilancio serviranno a finanziare le spese per l'immigrazione e per la ricostruzione delle zone colpite dal sisma di fine agosto, in base a quanto prevedono le clausole europee sugli eventi eccezionali.

Bisognerà vedere come andrà il negoziato con l'Europa, dalla quale sono arrivati segnali di parziale apertura.

"I rapporti con la Commissione europea sono sempre molto fruttuosi, se ci sono problemi cerchiamo di vederli prima piuttosto che dopo", ha detto il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan.

A fronte del nuovo target di indebitamento, l'esecutivo conferma un obiettivo di crescita l'anno prossimo a +1%, "anche se le nostre stime sono 1,1 o +1,2%", ha detto Renzi.

La manovra destina al capitolo 'previdenza' 7 miliardi in tre anni, uno in più rispetto alle attese. Confermata l'Ape, l'accesso anticipato alla pensione attraverso un prestito bancario.

Agli investimenti vanno 12 miliardi, cioè 2 nel 2017, 4 nel 2018 e 6 nel 2019, mentre 1,9 miliardi serviranno a finanziare il rinnovo dei contratti e le nuove assunzioni nel pubblico impiego, oltre che la riorganizzazione di forze armate e polizia.

Il fondo sanitario nazionale sale dai 111 miliardi del 2016 ai 113 del 2017.   Continua...