PUNTO 1-Banche salvate, proroga in extremis per concreta trattativa, Ubi valuta - fonti

giovedì 29 settembre 2016 17:31
 

(Aggiunge altre fonti, contesto, reazione borsa)

ROMA/MILANO, 29 settembre (Reuters) - La cessione delle quattro banche ponte, nate dalla risoluzione lo scorso novembre di Banca Marche, Etruria, Cariferrara e Carichieti, sarà prorogata per la seconda volta, oltre il termine di domani 30 settembre, per concrete e valide trattative in corso.

Lo hanno detto a Reuters alcune fonti che stanno seguendo il dossier con ruoli diversi.

"La proroga ci sarà. Non c'è nessun problema. E' chiaro che se c'è una trattativa solida e valida come quelle che ci sono non c'è ragione di non concedere la proroga", ha detto una delle fonti.

Secondo due delle fonti sentite, è prevedibile che sia la direzione concorrenza della Commissione europea a comunicare la decisione una volta formalizzata, ragionevolmente domani.

Oggi è prevista una riunione dell'SSB, il single supervisory board, ed è probabile che discuta, tra gli altri dossier bancari e "vista l'attualità del tema", anche delle quattro banche, secondo una delle fonti.

All'esame potrebbe essere la trattativa che Ubi Banca , secondo altre fonti vicine alla situazione, avrebbe avviato per una offerta su tre dei quattro istituti.

"L'analisi sulle tre banche c'è. Si va avanti a trattare ma niente è scontato", spiega una fonte in riferimento a un interesse di Ubi per Banca Marche, Banca Etruria e CariChieti.

Per una delle fonti, oltre a Ubi ci sarebbero altri dossier aperti: in particolare uno riguarda le quattro banche insieme, e un altro "ad hoc" solo su Cariferrara.   Continua...