RPT-Tribunale Milano dichiara fallimento Porta Vittoria -fonti

giovedì 29 settembre 2016 13:45
 

MILANO, 29 settembre (Reuters) - Il Tribunale di Milano ha dichiarato oggi il fallimento di Porta Vittoria spa, società immobiliare riconducibile a Danilo Coppola, gravata da un buco da circa 400 milioni di euro.

Lo hanno riferito fonti giudiziarie, mentre non è stato possibile al momento ottenere un commento dalla società.

Nell'aprile scorso i giudici avevano dichiarato ammissibile il concordato preventivo e rigettato le istanze di Banco Popolare, Colombo Costruzioni e Ipi, esposti per 280 milioni.

La procura nelle settimane scorse, con i pm Giordano Baggio e Mauro Clerici, aveva chiesto la revoca dell'ammissione alla procedura di concordato preventivo e i giudici della seconda sezione civile del Tribunale fallimentare si erano riservati di decidere se mantenere in concordato la società o dichiararne il fallimento. Riserva sciolta oggi.

La società si occupava dello sviluppo immobiliare della zona a est del centro di Milano con un progetto da 142.000 metri quadrati che comprende abitazioni, uffici, spazi commerciali e un albergo.

Il Tribunale fallimentare a questo punto nominerà dei curatori che provvederanno a liquidare la società per rimborsare i creditori.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola "Pagina Italia" o "Panorama Italia"

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia