BORSE EUROPA in perdita dopo rally alimentato da Fed

venerdì 23 settembre 2016 13:18
 

MILANO, 23 settembre (Reuters) - 
 INDICI                       ORE 13,13   VAR %    CHIUS. 2015
 EUROSTOXX50                  3034,68     -0,56    3267,52
                                                   
 STOXX EUROPE 600             345,19      -0,77    365,81
 STOXX BANCHE                 141,47      -1,5     182,63
 STOXX OIL&GAS                278,94      -0,3     262,31
 STOXX ASSICURAZIONI          239,32      -0,63    285,56
 STOXX AUTO                   487,09      -0,59    565,06
 STOXX TLC                    299,21      -0,76    347,10
 STOXX TECH                   367,79      -0,64    355,86
 
    I mercati azionari europei sono in calo oggi, dopo aver
toccato ieri i massimi da due settimane dopo che la Federal
Reserve ha segnalato un approccio più cauto ai prossimi rialzi
dei tassi. A trascinare gli indici verso il basso sono le
banche.
    Alle 13,15 l'indice pan-europeo STOXX 600 perde lo
0,77%, dopo aver toccato ieri il massimo dal 9 settembre. Per
l'anno, l'indice è in perdita del 5%, ma per la settimana
potrebbe guadagnare il 2% circa.
    "Il rally alimentato dalla Fed che questa settimana ha
spinto i titoli fuori dalla depressione estiva sta mostrando
qualche segno di stanchezza", dice Jasper Lawler, Market Analyst
di CMC Markets.
    "L'attenzione ora comincerà a spostarsi verso i prossimi
dati economici e sulla probabilità o meno di un aumento dei
tassi a dicembre".
    I future indicano la possibilità di un rialzo dei tassi a
dicembre al 58,4%, secondo il "FedWatch " di Cme.
    I titoli bancari, che avevano registrato un rally nei giorni
scorsi sulla speranza di un rialzo dei tassi Fed già questa
settimana, perdono nettamente. 
    L'indice del comparto bancario perde l'1,5%.    
    ** La seconda più importante utility tedesca RWE 
ha ridotto le perdite ma resta comunque sotto dello 0,7% dopo
aver prezzato l'offerta in borsa di Innogy, la sua divisione di
rinnovabili, rete e retail. L'Ipo è la più grande dal 2007 in
Europa, e potrebbe rastrellare 5 miliardi di euro.
    ** La casa farmaceutica danese Lundbeck perde oltre
il 15% dopo che il suo nuovo farmaco per il morbo di Alzheimer è
stato bocciato da uno studio.
    ** Sotto pressione anche i titoli minerari, con l'indice
delle risorse di base che pede quasi lo 0,7% dopo che ieri aveva
toccato i massimi da agosto 2015.
    (Danilo Masoni)
 
    
Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top
news anche su www.twitter.com/reuters_italia