PUNTO 1-Confindustria: economia italiana più debole del previsto, rischi su 2017

giovedì 15 settembre 2016 14:02
 

* Stima Pil limata al ribasso per 2016 e 2017

* Padoan: stime governo saranno migliori

* Pesa sempre di più l'incertezza politica (Riscrive con dichiarazioni e dettagli, accorpa pezzi)

di Antonella Cinelli

ROMA, 15 settembre (Reuters) - L'economia italiana mostra una debolezza superiore al previsto e crescono i rischi per la crescita nel 2017, avverte oggi Confindustria, che chiede più risorse per le imprese nella legge di Bilancio.

Il Centro studi di Confindustria ha rivisto leggermente al ribasso il Pil per il 2016 (+0,7% da 0,8%) e 2017 (+0,5% da 0,6%), dopo il deciso taglio delle stime elaborato a luglio in seguito al voto sulla Brexit.

Ma per il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan le nuove stime del governo "dovrebbero essere diverse e migliori di quelle del Csc" per entrambi gli anni.

Le ultime stime governative indicavano una crescita all'1,2% per il 2016 e all'1,4% per il 2017 ma Padoan ha già detto che saranno riviste al ribasso.

La Nota di aggiornamento al Def, ha detto il ministro intervenendo al seminario del Csc, sarà approvata la prossima settimana dal Cdm.   Continua...