Banche, problemi risolvibili, polo Banco-Bpm "di grandissimo rilievo"- Renzi

martedì 13 settembre 2016 14:02
 

MILANO, 13 settembre (Reuters) - I problemi bancari italiani sono risolvibili e comunque inferiori rispetto a quelli di altri Paesi, ha detto il premier Matteo Renzi, elogiando la fusione Banco Popolare -Bpm, pur senza nominare esplicitamente i due istituti milanesi.

"I problemi delle banche sono problemi che in questo momento ha tutta Europa, qualcuno probabilmente superiore alla realtà italiana, decisamente superiore. Forse sono più bravi di noi a raccontarla meglio", ha detto Renzi intervenendo a Milano prima della firma del 'Patto' con la città alla presenza del sindaco Giuseppe Sala.

"Ma se c'è una città in cui posso permettermi di dire che si è fatta una grande operazione di fusione di banche, di costruzione di un polo di banche di grandissimo rilievo europeo e mondiale, questa è Milano. Forse se si fosse fatto anche altrove, per tempo, i dati sarebbero migliori, oggi", ha aggiunto.

Banco Popolare e Popolare di Milano hanno ricevuto da Bankitalia e Bce il via libera al progetto di fusione che sarà deliberato dalle assemblee dei due istituti a metà ottobre.

Renzi ha infine ribadito: "I problemi delle banche sono problemi che l'Italia può risolvere, decisamente inferiori a quelli di altri paesi".

Il sistema bancario italiano è afflitto dai non performing loan (Npl) che ammontano a circa 200 miliardi, al lordo degli accantonamenti.

Sempre oggi, il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan ha detto che "in molte occasioni il valore considerato per gli Npl italiani è esagerato" e che "gran parte degli Npl è concentrata in un numero ridotto di banche".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia