A2A, in 2019 deciderà se fondersi con Linea o scioglere accordi - AD

giovedì 8 settembre 2016 09:32
 

MILANO, 8 settembre (Reuters) - L'accordo di partnership fra A2A e Linea Group, la holding che raggruppa le utility di Cremona, Crema, Pavia, Lodi e Rovato, ha una durata di quattro anni e nel 2019 le due utility decideranno se andare avanti o meno; nel primo caso la scelta sarà prioritariamente tra una fusione delle due società o un semplice rinnovo degli accordi raggiunti quest'anno e in scadenza nel 2020.

E' quanto ha reso noto oggi l'AD della superutility lombarda Luca Valerio Camerano, incontrando gli analisti in occasione dell'Infrastructure day di Borsa Italiana. Secondo il piano industriale di Lgh, dopo l'acquisizione da parte di A2A del 51% del capitale, l'utile salirà dai 4 milioni del 2015 a 37 milioni nel 2020, mentre alla stessa data l'utile per azione annuo di A2A aumenterà del 5% l'anno.

Camerano non ha voluto fornire il dato delle sinergie per A2A, mentre le sinergie attese, a regime, di Lgh sono pari a circa il 15% dell'Ebitda 2015.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia